Contro i sacrifici. Governo di tecnici o congrega di maldestri stregoni?

di Giovanni Mazzetti, Asterios Editore, ottobre 2012


Negli ultimi trent’anni, nelle società economicamente sviluppate, ha fatto la sua comparsa ... [la ] figura... dei sedicenti “tecnici”, che in realtà non sono altro che maghi-stregoni. Con la presunzione di aver compreso la natura della crisi, impongono alla società drastici “sacrifici”, ed una pietosa ripetizione delle pratiche economiche che aggravarono la Grande Crisi del ‘29. Il risultato che hanno ottenuto, in trent’anni di egemonia culturale, è stato esattamente lo stesso dei governanti di allora: hanno fatto
precipitare l’economia nella più grave recessione degli ultimi ottant’anni, dalla quale pretendono di uscire con altri sacrifici. (Dal risvolto di copertina)

Copertina Contro i sacrifici .jpg

Ancora Keynes?! Miseria o nuovo sviluppo?

di Giovanni Mazzetti, Asterios editore, luglio 2012.


La tesi dell'autore è che ... [ il ] deficit non è affatto, come si ripete in continuazione, la manifestazione di una perversa insistenza dei progressisti a voler prelevare imposte crescenti, per continuare a finanziare una spesa pubblica che si dimostra sempre più improduttiva. È piuttosto la conseguenza dell’accettazione, ad inizio anni Ottanta, del vincolo dell’impossibilità per lo stato di procedere sulla base keynesiana, che prevedeva l’acquisizione di una signoria sul denaro. Senza questa “signoria” la crisi è diventata ingovernabile, appunto perché è stata preclusa la possibilità da parte della società di godere delle risorse eccedenti che sono state prodotte attraverso lo sviluppo capitalistico. (Dal risvolto di copertina)


Ancora Keynes?!.jpg

Titanic Europa. La crisi che non ci hanno raccontato.

di Vladimiro Giacché, Alberti editore, Roma 2012.


Pigs! La crisi spiegata a tutti.

di Paolo Ferrero, DeriveApprodi, 2012.


copertina La crisi psiegata a tutti

The two trillion dollar meltdown, di Charles Morris