Nel suo film del 2009, Capitalism: A love story, Michael Moore ad un certo punto descrive il contenuto di un rapporto finanziario segreto (16 ottobre 2005) della Citigroup, il più influente gruppo bancario al mondo, nel quale si teorizza che per garantire il profitto delle corporation e delle banche può essere conveniente togliere il diritto di voto ai cittadini. Nel rapporto si ritiene che negli USA, UK, Canada, la democrazia sia stata sostituita da una vera e propria "plutonomia" (il governo dei ricchi). Il rapporto spiega anche come sia possibile che in tanti sostengano questo sistema: fino a quando si continuerà a misurare la propria ricchezza in termini assoluti, invece che in termini relativi a chi è davvero ricco, si potrà continuare ad illudersi di avere la possibilità di un effettivo cambiamento. In realtà, ciò che accade è l'esatto contrario, la misura della ricchezza in termini relativi indica che i ricchi sono sempre più ricchi. Gli analisti della Citigroup individuano un fattore decisivo che potrebbe ostacolare a breve termine il proseguimento del controllo della ricchezza da parte dell'1% più ricco (a parte guerra, inflazione, interruzione dello sviluppo tecnologico, o un disastro finanziario): la richiesta di una distribuzione più equa della ricchezza da parte della società. A livello sociale la minaccia maggiore deriva dal potere di voto dei più poveri.

Il testo originale del rapporto segreto:

Seguono alcuni passi tratti dal rapporto:

“THE DEATH OF PLUTONOMY

At the heart of plutonomy, is income inequality. Societies that are willing to tolerate/endorse income inequality, are willing to tolerate/endorse plutonomy. Earlier, we postulated a number of key tenets for the creation of plutonomy. .... So an examination of what might disrupt Plutonomy - or worse, reverse it - falls to societal analysis: will electorates continue to endorse it, or will they end it, and why. (p. 22) … Perhaps one reason that societies allow plutonomy, is because enough of the electorate believe they have a chance of becoming a Plutoparticipant. Why kill it off, if you can join it? In a sense this is the embodiment of the “American dream”. But if voters feel they cannot participate, they are more likely to divide up the wealth pie, rather than aspire to being truly rich.“(pp. 24-25)

Traduzione:

La morte della Plutonomia

Al cuore della plutonomia ci sono le disuguaglianze nella distribuzione del reddito. Le società che vogliono tollerare / sostenere le disugualglianze nella distribuzione del reddito, vogliono tollerare / sostenere la plutonomia. In precedenza, abbiamo individuato un certo numero di principi chiave per la creazione della plutonomia. … Così un esame di ciò che può disturbare la Plutonomia – o peggio, invertirne la marcia – dipende da un’analisi della società: se l’elettorato lo continuerà a sostenere, o se vorrà porgli fine, e perché (p. 22) … Forse un motivo per cui le società consentono la plutonomia è perché una buona parte dell’elettorato crede che avrà la possibilità di diventare un Plutocrate. Perché terminarla se voi potete farne parte? In un senso questo è la realizzazione del “sogno Americano”. Tuttavia, se i votanti sentono di non poter partecipare, è più probabile che vorranno dividere la torta della ricchezza, piuttosto che aspirare a diventare veramente ricchi. (pp. 24-25)


Di seguito alcuni grafici mostrati dal video:

Produttività

produttività.jpg

Rapporto tra retribuzione dei CEO (amministratori delle società) e retribuzione dei lavoratori:
rapporto_retribuzioni_CEO_versus_lavoratori.jpg

Andamento dell'indice di borsa del Dow Jones:

dowjones.jpg

Costi dell'assistenza sanitaria:

costi_assistenza_sanitaria.jpg

Debiti delle famiglie:

debiti_delle_famiglie.jpg

Antidepressivi:

antidepressivi.jpg

Fallimenti:

fallimenti.jpg

Incarcerazioni:

incarcerazioni.jpg